logo_paletti_marmi

I nostri Contatti

Via Enzo Tortora, 113, 00188 Roma RM

+39 06 332 8187

info@palettimarmi.it

I nostri Social

Category: Marmo e storia

Dicembre 3, 2022 by admin 0 Comments

Marmo e Travertino. Paletti Marmi a Roma

Marmo e Travertino, quali sono le differenze.

Le differenze sono assai notevoli. Nonostante ciò, il Travertino è erroneamente considerato un tipo di marmo.

Molte persone, se non addette ai lavori, tendono a confondere il Marmo con il Travertino.
La confusione più diffusa deriva dal fatto che il nome proprio, Travertino indichi i modo più elaborato il Marmo. Ma ovviamente, non è così.

Analizziamo in breve la conformazione della pietra naturale: Marmo e Travertino.

Pietre estremamente diverse tra loro, molto richieste dal mercato, nell’area grande dell’Edilizia.

Nate in ambienti specifici che conferiscono aspetti e sensazioni al tatto straordinariamente unici.

La pressione e il sensazionale calore della crosta terrestre formano il Marmo.

Le rocce sedimentarie, avviano un processo metamorfico, che si completa in una ricristallizzazione del Carbonato di Calcio.

La trasformazione di questa roccia sedimentaria in Marmo avviene attraverso una decisa azione combinata tra temperatura e pressione.

Questa azione, porta alla progressiva obliterazione strutturale e anche di tessitura originariamente presenti nella roccia stessa.

Marmo e Travertino. Questo processo porta inevitabilmente alla distruzione completa di ogni fossile, o altre strutture sedimentarie presenti nella roccia originaria.

Sotto potentissime e ulteriori temperature elevate e pressioni, si forma così il Travertino, nelle grotte calcaree e nelle sorgenti termali.

Marmo e Travertino: il loro aspetto peculiare.

Entrambe sono pietre naturali, estremamente eleganti e in parte anche molto rare.

Le più evidenti differenze, si riscontrano sostanzialmente nella gamma dei colori, che secondo le provenienze possono sensibilmente variare.

Questi eventi naturali e casuali, rendono il marmo disponibile in tutti i diversi colori e le venature che fanno in modo di rendere uniche le lastre di Marmo.

Non esistono due lastre di Marmo uguali, e questo lo rende così appetibile e ricercato, in particolare modo per i designer di interni.

Scopri la collezione di Marmi della Paletti Marmi Roma.

Il Travertino è da sempre associato ai toni caldi e mediterranei della terra

I colori sono sostanzialmente caldi e vanno dal bianco, crema chiaro fino al beige, oro, marrone e addirittura rosso.

Variazioni di colore molto tenue che fanno in modo che le lastre poco uniformi.

La straordinaria varietà di finiture, di questa pietra naturale, tra le quali: lucidatura, levigatura, spazzolatura, burattata e filo a sega la rendono incredibilmente adatta in una infinita gamma di usi, tra le quali anche la scultura.

Scopri la collezione di Travertini della Paletti Marmi Roma.

Marmo e Travertino
Marmo e Travertino
Marmo e Travertino
Marmo e Travertino

Novembre 25, 2022 by admin 0 Comments

Carrara Statuario Calacatta

Carrara Statuario Calacatta. Sicuramente i Marmi più pregiati e belli del mondo.

Carrara Statuario Calacatta.

Presente in natura in un arcobaleno di molteplici colori diversi, il marmo è sempre stato il materiale d’elezione, non solo nell’ambito artistico ma anche per le decorazioni di interni, che lo rende sicuramente il materiale più bello ed esclusivo per l sua lavorabilità.

La lavorazione di questo sorprendente materiale può diversificarsi tenendo conto della tipologia di materiale scelto. Questa scelta è fondamentale per creare effetti e lavorazioni totalmente differenti.

Ma quali sono i marmi più famosi del mondo? Sicuramente Carrara Statuario Calacatta!

Marmo di Carrara

Parlare del Marmo senza porre al primo posto quello di Carrara, è un po’ come parlare di formula 1 senza citare la Ferrari.

Questo Marmo, certamente reso famoso dall’uso che i più grandi artisti (scultori) dell’umanità ne hanno fatto è quasi impossibile. Possiamo citarne due che sono totalmente esplicativi della somma qualità di questo materiale: Michelangelo e Canova.

È sostanzialmente di colore bianco o grigio, quest’ultimo a volte con venature bluastre. Oltre alle sculture, è utilizzato dagli architetti e designer di interni per le decorazioni di interni ed esterni.

A tutt’oggi, questo marmo è utilizzato per ville e luoghi altamente prestigiosi grazie per la sua brillantezza e delicatezza.

Marmo Statuario

Pietra naturale, estremamente pregiata anch’essa è estratta nella zona di Carrara.

Nella sua immensa raffinatezza, presenta un fondo bianco, molto brillante che è attraversato da delicate venature grigie di medio spessore.
È un marmo che si distingue per la sua innata capacità di caratterizzare ogni progetto di Design di arredo.
Negli ultimi anni è praticamente la pietra naturale più ricercata e desiderata.
Lo Statuario Bianco è, di fatto, il marmo prediletto da Architetti e Designer per l’impiego nei progetti più lussuosi nelle più belle e inarrivabili case del Mondo.

Marmo Calacatta

Viene utilizzato con estrema frequenza nell’utilizzo dedicato a pavimentazioni e arredamento di interni, ovviamente di altissima qualità.
Spesso, il marmo Calacatta viene denominato di “Calcutta” ma questo è un errore assoluto.
È un marmo di estrema rarità e questa caratteristica rende la sua lavorazione effettuata solo da mastri artigiani di elevato livello professionale, in grado di tirar fuori il meglio rendendolo di fatto il “top di gamma”.

Qualunque sia la tipologia del marmo è comunque sempre assolutamente importante affidarsi ai veri professionisti.

Carrara Statuario Calacatta

Paletti Marmi Roma è tra i leader e da 3 generazioni i professionisti si affidano a noi per avere la certezza di qualità e assistenza continua.

 

Carrara Statuario Calacatta
Carrara Statuario Calacatta
Carrara Statuario Calacatta

Novembre 22, 2022 by admin 0 Comments

Il Marmo Calacatta a Roma

Marmo Calacatta: un protagonista assoluto!

Senza ombra di dubbio, il Marmo Calacatta è uno dei più pregiati e costosi.

Sostanzialmente è un marmo di Carrara raffinato, che grazie alle sue straordinarie e meravigliose venature che si evidenziano nei colori giallo, viola e verde, viene utilizzato con frequenza nei rivestimenti di cucine, camini, bagni, pavimenti e ulteriori elementi decorativi estremamente pregiati.

Parlare del marmo italiano come una delle assolute eccellenze del nostro Paese, sinonimo di bellezza e durevolezza nel corso di secoli se non addirittura millenni, è una verità assoluta.

Architetti e design di interni, sono da sempre affascinati dai nostri marmi. Nell’arte, come nell’Architettura, tra i più privilegiati rientrano a pieno titolo, il marmo di Carrara, lo Statuario e il Calacatta.

Cosa dovremmo sapere del Marmo Calacatta, delle sue caratteristiche e varianti più famose
Il Calacatta, di origine apuana, si estrae sostanzialmente nel Carrarese, in primis ma anche in Versilia e nella Garfagnana.

Trattasi di un marmo a grana molto fine, dal fondo bianco e strepitose tenui venature le quali spaziano dal giallo al grigio, al nero e in certi casi al viola.

Ovviamente, sono proprio le straordinarie e meravigliose venature che lo rendono di altissima qualità. Tanto che lo rendono simile al Marmo di Carrara anche se quest’ultimo è caratterizzato da un colore bianco che tende al grigio e smumature sensibilmente discontinue.

 

Bagni, tavolini, pavimenti, rivestimenti, camini e piani doccia, il Marmo Calacatta è l’eccellenza assoluta.

Questo è il leit motive per il quale è sicuramente il marmo d’elezione per interior designer, architetti e sostanzialmente tutti coloro che lavorano nell’edilizia.

La sua innata predisposizione a rendere qualsiasi spazio luminoso e, diciamolo, senza reticenze ”sfarzoso” lo rende forse il più appetibile.
Inoltre, il Marmo Calacatta è anche particolarmente resistente alle abrasioni, all’usura e al calpestio continuo che si manifesta in ogni abitazione.

Insomma, non si rovina nel tempo anche se richiede una particolare attenzione nel processo di manutenzione, atta a mantenere inalterate le sue peculiarità.
Cercate un materiale classico che si abbina ad ogni tipologia di stile e in grado di esaltare ogni stile? Bene, il Marmo Calacatta fa proprio al caso vostro.

Alcune varianti di questo Marmo:

Il Calacatta Macchia Vecchia

È caratterizzato da un fondo bianco avoriato e da una venatura oltremodo decisa.
La quale, talvolta è molto spessa con tonalità che variano dal grigio scuro fino al grigio chiaro per poi raggiungere sofisticate venature beige, rosa ed arancio.
Purtroppo, è presente sul mercato ma indubbiamente molto meno rispetto al Marmo Bianco di Carrara.

Il Calacatta Gold
Quella Oro, tra le varianti, è una delle più apprezzate. È molto usata per progetti di tipo ornamentale e la si trova ovviamente in abitazioni di alto profilo, Hotel e Boutique rigorosamente di lusso.È una variante che si compone di calcare bianco cristallino con strepitose venature giallo-oro.
Questa variante è estremamente apprezzata e impiegata a livello internazionale.

Il Calacatta Borghini

Di origine Italiana è famoso in tutto il Mondo. Certamente, è tra i marmi più pregiati del distretto estrattivo di Carrara.
Bianco, è uno dei materiali più usati anche in Architettura e nell’edilizia di lusso. Questo, fin dai tempi dell’antica Roma. Inoltre, questa straordinaria varietà è stata usata da un certo Michelangelo per le sue opere famose in ogni angolo della Terra.

Il Calacatta Viola

È un marmo estremamente pregiato e di scarsa reperibilità. Questo lo rende sottoposto ad un prezzo inevitabilmente medio-alto.
Anch’esso viene estratto nelle cave di Carrara. È probabilmente considerato una delle varietà più iconiche del Calacatta ed è stato utilizzato in forte misura fin dai tempi degli antichi romani. per edifici e opere architettoniche prestigiose.

Paletti Marmi Roma è il punto di riferimento inequivocabile per tutti i professionisti dell’edilizia e dell’arredamento: Architetti, Designer di interni, Ingegneri e anche per l’utenza finale

Marmo Calacatta
Marmo Calacatta
Marmo Calacatta
Marmo Calacatta

Novembre 17, 2022 by admin 0 Comments

Marmo di Carrara

Marmo di Carrara e i suoi principali impieghi.

In Italia, questo meraviglioso Marmo siamo abituati a riconoscerlo per l’immensità di opere che possediamo, basti pensare al sommo Canova.

Ma il Marmo di Carrara è frequentemente usato anche in altri settori.

Semplicemente e in breve possiamo riassumerne qui di seguito l’utilizzo di questo meraviglioso marmo:

  • Arte
  • Edilizia
  • Urbanistica
  • Oggettistica e arredamento
  • Industria

Marmo di Carrara – Arte

In Italia l’impiego più conosciuto è legato soprattutto alle opere d’arte. Decorazioni, sculture, sculture a rilievo, meravigliose decorazioni, monumenti straordinari e… tanto altro.

Artisti più o meno famosi provenienti da tutto il Mondo, si recano nel territorio di Carrara e costituiscono dei laboratori in loco, allo scopo di scegliere i “pezzi” migliori per poi esporli nei musei e/o nelle gallerie più famose.

Un’altro settore sicuramente fiorente che rende omaggio a questo marmo è quello dell’arte funeraria.

Un’area dedicata che ha fatto di Carrara un fiorente centro di laboratori artigianali, allo scopo di soddisfare in pieno tutte le esigenze del mercato in oggetto.

Edilizia

Anche in edilizia il Marmo di Carrara trova un larghissimo impiego.

Può essere utilizzato per gli elementi strutturali di qualsiasi edificio. Un esempio di impiego massiccio è il Duomo di Carrara, interamente realizzato con questo marmo.

Essendo uno dei marmi più belli e prestigiosi, un largo uso ne viene fatto nei Paesi con economie emergenti e in particolare negli Stati Arabi del Golfo Persico.

Nonostante la forte competitività di altri materiali molto più economici che ne hanno ridotto sensibilmente l’uso, questo magico marmo, resiste e permane con largo impiego non solo nell’area funeraria ma anche come elemento di rivestimento degli edifici.

  • Pavimentazioni
  • rivestimenti di pareti
  • portali
  • camini
  • scalinate
  • davanzali di finestre e balconi
  • Etc…

Urbanistica

Gli arredi urbani ne fanno un grande uso, non solo nei monumenti ma nelle lastricature di strade, piazze, fontane, marciapiedi, portali…

Oggettistica e arredamento

La suprema bellezza unitamente alla sua “morbidezza” lo hanno reso il materiale elettivo per ogni elemento di arredo e oggetti che decorano non solo le abitazioni private ma anche una vastissima gamma di attività commerciali.

Industria

Proprio la sua estrema versatilità lo rende un materiale adatto a scopi industriale.

Gli scarti, ridotti in polvere e le variegate proprietà del carbonato di calcio di cui è composto, lo rendono utile, se non addirittura necessario in diversi ambiti: come materiale abrasivo, dentifrici, cosmetici, prodotti farmaceutici, coloranti, vernici e addirittura nell’industria alimentare.

Marmo di Carrara, un punto di assoluta forza dell’Italia. Paletti Marmi Roma si fa interprete di questo “gioiello” e da 3 generazioni propone agli architetti, ingegneri, designer di interni il “top quality” e un’assistenza senza paragoni.

Marmo di Carrara
Marmo di Carrara
Scalinate di marmo
carrara

Novembre 12, 2022 by admin 0 Comments

Il Travertino

Travertino per pavimenti e rivestimenti.

Il Travertino, uno dei materiali più usati nell’ambito delle costruzioni, anche di tipo Istituzionale.

Manca quasi totalmente di piani di debolezza e l’elevata porosità contribuisce a renderlo molto leggero.

Questo, gli conferisce ottime proprietà di isolamento termico e anche acustico rendendolo decisamente facile da lavorare.

Inoltre, il Travertino lucidato si presta facilmente come eccellente pietra decorativa.

Gli antichi romani, ne fecero il materiale elettivo dedicato alla costruzione di templi, monumenti, acquedotti, complessi termali e grandiosi anfiteatri come il Colosseo che è l’edificio più grande realizzato dall’umanità nell’antichità.

Il Travertino in Italia, in epoca romana si trovava in diverse cave, tra le più importanti a Tivoli e Guidonia Montecelio.

Il sommo Gian Lorenzo Bernini, nelle cave di Tivoli, selezionò accuratamente il materiale per costruire lo straordinario colonnato di San Pietro a Roma.

Lo stesso Michelangelo lo scelse come nervature esterne della cupola di San Pietro.

Anche la più famosa fontana del mondo, la Fontana di Trevi a Roma, il Travertino fu usato in abbondanza, quasi in modo totale.

Nel Medioevo, riacquisto una notevole importanza come materiale elettivo dedicato alle costruzioni di ogni tipologia.

Ne sono un esempio la città di Bad Langesalza situata nella Germania centrale, con il suo centro storico medievale, ancora straordinariamente r-esistente.

Nel XX secolo, alcuni edifici importantissimi e straordinariamente belli come la Basilica del Sacro Cuore a Parigi, il Getty Center a Los Angeles testimoniano l’importanza straordinaria di questo materiale.

Una nota decisamente importante e motivo anche di orgoglio è che il Travertino utilizzato in alcuni degli edifici sopra citati, è stato importato da Tivoli e Guidonia.

Il Travertino è a dire il vero classificato come un tipo di Calcare e non come Marmo. Viene utilizzato ampiamente per patii e vialetti, privati e non.

Questa Pietra straordinaria è fortemente caratterizzata da depressioni scavate nella sua superficie.

Lo stesso può anche essere lucidato allo scopo di ottenere una rifinitura lucida e liscia che lo rende ancora più bello e straordinariamente elegante.

Curiosità

Il Travertino è senza ombra di dubbio una delle pietre più utilizzate nell’architettura moderna e contemporanea.

Alcuni esempi di alto profilo:

È noto che il Travertino fin dagli antichi Etruschi in Toscana (vicino Siena), nel Lazio sono le cave dove si estrae il famosissimo Travertino Romano.

Un infinità bellezza che merita un attenzione particolare e che la Paletti Marmi Roma da oltre 3 generazioni si vanta come un hub di grande valore dedicato ad Architetti, Designer di Interni, Ingegneri e Utenti Finali.

Bad Langesalza
Il Travertino
Il Travertino
Il Travertino

Ottobre 25, 2022 by admin 0 Comments

Essere marmista a Roma

Essere marmista a Roma. L’antica Grecia, è stata determinante per l’influenza verso l’antica Roma nell’area dell’edilizia, in particolare per quello che rappresentavano i templi e luoghi di culto.

Più di tutto, l’influenza, fu nell’adozione di un nuovo materiale e prestigioso materiale, ovvero: il Marmo

Le importazioni, avvenivano man mano che Roma conquistava nuovi territori.

Inizialmente, gli alti costi di trasporto da cave, troppo spesso lontane dal luogo di impiego, resero questo materiale meraviglioso utilizzato solo per i monumenti pubblici o per ricche decorazioni di dimore private.

I primi templi costruiti in epoca repubblicana, furono costruiti interamente in marmo bianco (es.: Tempio di Ercole Vincitore – Foro Boario).

Questi marmi erano importati dalle cave situate in Grecia e molto probabilmente, anche le maestranze accompagnavano i carichi, in quanto erano in grado di eseguirne la lavorazione.

Le intenzioni dei committenti erano certamente quelle di impressionare il pubblico con l’uso di questo meraviglioso e costoso materiale, nonché culturalmente significativo.

Contestualmente, iniziò l’importazione di alcune varietà di marmi colorati e tra i più diffusi: il giallo antico, l’africano, il pavonazzetto e il cipollino.

Essere marmista a Roma. In primis, questi marmi ”colorati” vennero utilizzati come frammenti inseriti in tessiture a mosaico e in seguito in grandi lastre per i famosi rivestimenti parietali e pavimentali dedicate alle più ricche dimore patrizie.

Paletti Marmi Roma

Da 3 generazioni, l’azienda è presente sul mercato di Roma. Ma il suo business si è notevolmente incrementato anche in Europa e nel Mondo intero.

Trasformando abilmente marmi, graniti, agglomerati di quarzo e pietre sinterizzate, destinati all’edilizia e all’arredamento.

Un’affidabilità nota non soltanto per la qualità dei suoi prodotti ma soprattutto per la capacità di integrare perfettamente maestrie artigianali di alto profilo, a tecnologie sempre all’avanguardia.

Una collaborazione continua con i grandi nomi dell’architettura mondiale ha sicuramente dato un contributo rilevante al prestigio di Paletti Marmi Roma.

Un’attività che spazia dall’arredamento dedicato alle abitazioni private, come lavelli per cucina e bagni, caminetti, bagni, etc. All’arredo di negozi, alberghi, pavimentazioni urbane fino all’intarsio più sosfisticato.

Essere marmista a Roma. La Paletti Marmi, propone sempre interventi di alto profilo ed elevato pregio, selezionando i materiali migliori disponibili sul mercato.

Paletti Marmi, il tuo punto di forza nell’area dell’arredamento.

Essere marmista a Roma
Essere marmista a Roma
Essere marmista a Roma
Essere marmista a Roma

Novembre 6, 2022 by admin 0 Comments

Cosmolite. Paletti Marmi Roma

Cosmolite. Riciclo al 100% di lastre in minerali dedicati a progetti di Architettura e Interior Design. Una sostenibilità ambientale di grande spessore.

Cosmolite®. Design all’avanguardia ed estrema sostenibilità rendono il top cucina in ogni casa la scelta corretta.

Igienicamente testato e sensibilmente idoneo al contatto con gli alimenti, non si sbecca, non si graffia e non si macchia.

Il materiale è composto interamente da inerti da riciclo. Superfici che assicurano una meravigliosa resa estetica unitamente ad una perfetta lavorabilità, e elevatissimi standard igienici.

Un total look decisamente completo per la tua cucina in Cosmolite®.

Estetica e funzionalità. Una lotta eterna che ha sempre coinvolto a pieno titolo i professionisti del settore.

Sono soluzioni elettive, in grado di determinare il massimo rapporto tra praticità e stile.

Questo, grazie ad un ventaglio straordinariamente ampio di collezioni, texture e colori che sono alla base per intercettare gusti e desideri differenti per arredare il tuo top cucina.

Una gamma amplissima di finiture Glass, permettono di sfruttare oltre ogni immaginazione le caratteristiche dello spazio, come per esempio la grandezza dello stesso, e le specifiche condizioni dell’illuminazione.

Le lastre, sono ideali per la manutenzione e la sicurezza igienica che unitamente ad un’elevata resistenza risultano fondamentali per le superfici che costantemente sono a contatto con cibi, liquidi, detergenti che potrebbero comprometterne l’integrità.

Un elevato ed esclusivo progetto hi-tech per aprire nel mondo della progettualità nuovi scenari estetici.

Un materiale nuovo e ipnotico, in grado di ridurre fortemente l’impatto ambientale contribuendo ad una innovazione industriale sostenibile

Paletti Marmi Roma. Un porto sicuro per chi è in cerca del top del marmista a Roma e… non solo.

Cosmolite
Cosmolite
Cosmolite
Cosmolite

Ottobre 18, 2022 by admin 0 Comments

Pietra di Rapolano

La pietra di Rapolano è estratta dalle cave di Rapolano Terme, comune in provincia di Siena.

La pietra, è anche conosciuta come Travertino di Rapolano o travertino di Siena.

Da un un punto di sta squisitamente geologico, in realtà è Travertino, ma la colorazione così particolare e affascinante che la rende unica, ha fatto in modo che si denominasse “pietra”.

Pietra di Rapolano. Sono proprio i minerali tipici, presenti nella terra di Siena che conferiscono questo unico e straordinario colore che la rende nota in tutto il mondo.

Le meravigliose venature grigie, marroni, nere la caratterizza e inequivocabilmente la rende unica.

Conosciuto fin dai tempi degli antichi romani, il paese di Rapolano, fu una meta decisamente importante per Roma, anche per gli stabilimenti termali.

Resti della loro presenza sono a tutt’oggi visibili nell’insediamento di Campo Muri.

Pietra di Rapolano. L’utilizzo di quest’ultima, inizia comunque, già molto prima degli Antichi Romani.
Importanti reperti sono stati ritrovati, risalenti addirittura al tempo degli etruschi.

Nei secoli successivi, questa pietra è stata usata in molti edifici anche storici nella zona senese.

Sono molte le opere di grande rilievo realizzate con questa “pietra”. Alcuni esempi: la Torre del Manga in piazza del campo, la sede del Monte dei Paschi di Siena del 1472.

Ma in genere, un po’ tutta la città di Siena (dove non è costruita in cotto) è realizzata in Pietra di Rapolano.

Fin verso la metà del’900 l’uso era sostanzialmente circoscritto a livello locale.

Dopo, attraverso l’impulso della industrializzazione la pietra ha conosciuto sempre più richiesta e quindi usate non soltanto a livello locale.

Paletti Marmi Roma ha una delle più importanti selezioni di questa meravigliosa e unica pietra.

Pietra di Rapolano
Pietra di Rapolano
Pietra di Rapolano
Pietra di Rapolano

Ottobre 11, 2022 by admin 0 Comments

Travertino Romano

Travertino Romano. Materiale unico, che fin dai tempi dell’impero Romano è stato utilizzato su larga scala, allo scopo di realizzare opere, per esempio, come il Colosseo o il Teatro di Marcello.

In seguito, è stato usato per realizzare opere (per citarne solo alcune) del calibro della Basilica di San Pietro e della Fontana di Trevi.

È stata la pietra più amata ed usata da tutti i più importanti architetti del mondo Classico, basti pensare che il travertino romano è usato da oltre 2500 anni.

Viene estratto soprattutto in provincia di Roma, sostanzialmente nella zona che gravita intorno alla città di Tivoli.

Ma ci sono anche ricchi giacimenti in tutto il Lazio e nel centro Italia.

Travertino Romano. Quali sono le straordinarie peculiarità di questo materiale?

Innanzitutto, un colore decisamente neutro con delle tipiche sfumature che richiamano la terra e quindi un’aderenza anche di tipo visuale con essa.

Usi e caratteristiche del Travertino Romano.

Innanzitutto, una resa estetica e cromatica eccezionale.

Valori come sobrietà, eleganza, purezza, solennità e lusso è quello che lo rende unico nel panorama italiano e… non solo.

Uno sfarzo mai pacchiano, ma assolutamente molto equilibrato, in grado di nobilitare qualsiasi costruzione, mantenendo un elemento di rara vera nobiltà, ovvero, la semplicità.

Proprio per questi motivi, viene spesso impiegato per le pavimentazioni e contestualmente per rivestimenti esterni e interni.

Il Travertino Romano è il risultato di un di un sensibile processo di sedimentazione.

Questo, fa in modo di originare una straordinaria e variegata molteplicità di forme e colori.

Questo, grazie agli ossidi presenti nella roccia.

Motivo per il quale oltre al classico bianco, ci sono tipologie di Travertino beige, rosate e anche oniciate.

Paletti Marmi Roma è senza alcun dubbio una delle aziende che è più in grado di soddisfare in ogni dettaglio, la richiesta di questo meraviglioso materiale.

Travertino Romano
Travertino Romano
Travertino Romano
Travertino Romano

Settembre 23, 2022 by admin 0 Comments

Travertino Marmo Granito Bronzo

Il marmo nell’architettura.

Il marmo nell’architettura. Sfatiamo innanzitutto un mito, ovvero: c’è chi è convinto che il marmo sia un materiale complesso da utilizzare e per certi versi inaccessibile.
Si sbagliano, e di molto. Gli architetti, in particolare modo, utilizzano sempre di più il marmo nel design per interni e per esterni.